Un Aronese a bordo della Msc Magnifica durante l’urto contro il molo in uscita dal porto di Civitavecchia

Un Aronese a bordo della Msc Magnifica durante l’urto contro il molo in uscita dal porto di Civitavecchia

Confermata anche da una sua diretta Facebook poco dopo l’accaduto, Riccardo Reina, Reporter a bordo dell’Ammiraglia MSC Magnifica per un incarico, ha passato brutti momenti, quelli che si eviterebbero molto volentieri quando ci si imbarca per una crociera anche se per lavoro.

Ma facciamo scrivere direttamente da lui cos’è accaduto:

Erano le 19.45 di Mercoledì 18 Aprile 2017, quando mi trovavo all’interno del ponte 13, ove vi sono le piscine coperte, per effettuare riprese video e seguire shooting fotografici, quando abbiamo sentito 2 urti ben distinti, seguiti da forti assestamenti che hanno dapprima fatto inclinare la nave su un lato e successivamente sull’altro, proseguendo con oscillazioni di minore intensità.

Data la presenza dello staff di lavoro mi sono immediatamente attivato per vedere che tutti fossero in sicurezza, notando che nel piano inferiore, le vasche si erano praticamente svuotate e l’acqua aveva spinto ai lati della nave tutto ciò che vi era attorno.

Solo dopo 5 minuti circa ho potuto recarmi nel lato dove avevamo sentito l’urto maggiore e mi sono accorto che la nave, a causa del forte vento e di una grande onda anomala, aveva impattato violentemente contro la zona normalmente utilizzata per lo stazionamento. Questo primo urto è stato seguito da altri con uno strisciamento della fiancata per oltre 40 metri, strappando tutti i sistemi di ammortizzamento.

A questo punto molti crocieristi si erano attivati per le procedure d’emergenza e altri invece rimasti a vedere quanto accadeva, per poter valutare cosa fare.

Solo dopo circa 30 minuti è arrivata la comunicazione da parte del capitano che saremmo rimasti per la notte a Civitavecchia e solo dopo il termine dei controlli, avrebbero comunicato il proseguo.

Saltando la tappa di Ajaccio prevista per oggi e rimborsando tutti i crocieristi con 100 euro per gli adulti e 50 per i bambini, alle 15.00 è prevista la partenza per Marsiglia.

Durante i miei tanti incarichi all’estero, devo dire che me ne sono capitate molte ma questa volta il brivido è stato davvero forte. Non vedo l’ora di tornare alla mia amata Arona, perché #ilovearona.